SPECIALE LUNA DI MIELE




Che cos’è l’amore per un’altra persona? Beh, se ci fosse una definizione universale per questo sentimento, forse non sarebbe tanto speciale. E’ la sua unicità che lo rende stravolgente, definirlo è quasi impossibile: è qualcosa che fa palpitare e galoppare il cuore, che offusca i sensi, che lascia a volte senza parole, che fa sorridere, sognare , sperare, ma anche soffrire e piangere. Tutte queste sensazioni è in grado di regalarle anche l’Africa… allora anche questo non può essere definito amore?

Abbiamo pensato ad un itinerario speciale che sia un’indimenticabile esperienza capace di emozionare, di sorprendere nel bene e nel male, e soprattutto un’esperienza che possa essere condivisa da due cuori che si sono appena uniti, e che magari davanti a tale meraviglia della natura, possano nuovamente farsi un’altra promessa di amore eterno, ancor più speciale, della quale l’Africa sarà testimone per sempre.

ITINERARIO di 13 giorni ( 12 notti )

Si tratta di un itinerario che permette di conoscere sostanzialmente tutti gli aspetti e le meraviglie che la Namibia ha da offrire, dalla natura al patrimonio etnico. La scelta dei lodges è ricercata, scegliendo strutture, ove possibile, decisamente speciali non necessariamente di lusso.

1° giorno : WINDHOEK ( 42 km circa )

Questa città, esiste solo da poco più di un secolo, ma la sua storia è ricca quanto la varietà della sua popolazione. I suoi abitanti rispecchiano il mosaico etnico della Namibia, attribuendo alle vie un fascino davvero speciale. Le costruzioni in stile tedesco d’inizio ‘900, ricche e numerose, ricordano la storia recente del paese. La popolazione è costituita per due quinti da europei.

La città non è grande ed il centro è piacevole, pulito ed ordinato. Indipendence Avenue è la via principale e vi si affacciano negozi di ogni genere. Passeggiare per la città risulta estremamente piacevole, godendosi ed adeguandosi al ritmo pacato e tranquillo degli abitanti. Cosa vedere ? … Beh è decisamente soggettivo, impossibile comunque non notare la Christuskirche che è anche uno dei punti di riferimento della città, poco lontana la Kaiserliche Realschule ( la prima scuola elementare tedesca ) aperta nel 1909, l’Alte Feste o National Museum of Namibia, lo Zoo Park, che un tempo ospitava lo zoo cittadino oggi luogo amato per una piacevole sosta o “siesta” nel verde.

Molti sono i castelli privati che offrono splendide viste panoramiche sulla città, così come altri punti di interesse. Oltre ad una lunga passeggiata,esiste un bus turistico ( Windhoek City tours ) che offre due partenze giornaliere alle 09h30 ed alle 14h30 della durata di un paio d’ore alla scoperta della città, oppure si può scegliere di dedicarsi allo shopping, visitando il Namibian Craft Center che offre una serie di prodotti locali interessanti e con ottimi prezzi, aiutando così l’economia locale.

E’ importante sapere che i negozi aprono presto, ma che l’orario di chiusura è intorno alle 17h00. Il sabato mattina, non tutti i negozi sono aperti, quelli che lo sono chiudono comunque intorno all’ora di pranzo, facendo quindi mezza giornata. La domenica è tutto chiuso (fatta rara eccezione per qualche centro commerciale aperto solo la mattina ). Pernottamento presso l’OLIVE GROVE, struttura deliziosa e curata nei minimi particolari.

02° giorno: ERINDI PRIVATE RESERVE

Dopo colazione, e ben riposati con tutta calma si parte in direzione nord. Sulla strada, ci si imbatte nella piccola località di Okahandja, conosciuta per il mercato dove é possibile acquistare dei manufatti in legno. Se interessati ad effettuare una visita alle bancarelle, è importante sapere fin dall’inizio che i venditori sono decisamente insistenti e che non è possibile curiosare indisturbati … tutt’altro !

Per cominciare in bellezza, una splendida “tappa” in una riserva privata chiamata Erindi Private Reserve. Si trova ad un paio di ore abbondanti da Windhoek ed offre meravigliose possibilità di avvistamento di animali, offrendo dei fantastici game drive.

Il pernottamento è previsto presso l’Old traders Lodge nelle luxury rooms. Sono inclusi 2 game drives: il primo verrà effettuato nel pomeriggio alle ore 15h00 circa mentre il secondo verrà effettuato la mattina successiva intorno alle ore 06h00.

3° e 4° giorno: ETOSHA NATIONAL PARK ( 280 Km circa )

Finalmente il “regno degli animali”, ebbene si, questi due giorni saranno assolutamente dedicati al parco nazionale per eccellenza della Namibia, dove elefanti, rinoceronti, leoni e quant’altro avrete la fortuna di vedere allieteranno le vostre giornate. Si tratta infatti di una delle prime aree al mondo dedicate alla conservazione naturale, un vero “scrigno” di biodiversità animale e vegetale.

Ci troviamo in un area di circa 23 mila Km quadrati (l’estensione del Piemonte) di cui un terzo è ricoperto dall’arido “pan”, un tempo un vasto lago salato. L’Etosha offre agli amanti ed ai curiosi della selvaggia vita animale una sorprendente varietà di avvistamenti: elefanti, giraffe, zebre, gnu, kudu, springbok, impala sono a portata degli occhi e delle macchine fotografiche.

Tra i grandi predatori, se pur schivi, si concedono spesso alla vista leoni, ghepardi e iene; il timido rinoceronte nero e l’elusivo leopardo (pur entrambi presenti in buona quantità) sono avvistamenti più rari ma che riservano grandi emozioni. Una nutrita e varia avifauna fa da contorno a questa grande esperienza di osservazione naturale.

All’interno del parco si può tranquillamente girare con il proprio veicolo, rispettando limiti di velocità e regole indispensabili per la propria sicurezza. La scelta del lodge è ricaduta all’interno del parco, presso l’OKAUKUEJO CAMP. Uno splendido chalet che si affaccia direttamente sulla pozza d’acqua illuminata di notte per poter osservare la vita notturna di rinoceronti, elefanti, giraffe e tanto altro ancora.

5° e 6° giorno: DAMARALAND – TWYFELFONTEIN – ORGAN PIPES – BURNT MOUNTAIN ( 360 km circa )

La regione del Damaraland offre realmente paesaggi di rara bellezza, con colline dolci e colori caldi. In questa zona numerosi e diversificati possono essere i luoghi di interesse. Esistono escursioni proposte dai lodge alla ricerca degli elefanti del deserto, piuttosto che siti dove è possibile osservare le pitture ed incisioni rupestri di Twyfelfontein, che significa “sorgente incerta” e le interessanti formazioni geologiche dell’area come la Burnt Mountain, le Organ Pipes e la Foresta Pietrificata.

Questa sorgente nella valle dell’Huab, in origine si chiamava Uri – Ais ovvero “circondata dalle rocce”, ma nel 1947 il colono europeo D. Levin, la ribattezzò con il suo nome attuale, ritenendo che la sua portata di un metro cubo d’acqua al giorno fosse insufficiente a garantire la vita in un ambiente così inospitale, ed ecco il nome Twyfelfontein.

Le opere d’arte rupestre qui presenti non sono pitture, bensì petroglifi, ovvero graffiti eseguiti scolpendo la dura patina superficiale che ricopriva l’arenaria della zona, patina che con il passare del tempo si è riformata proteggendo le incisioni dall’erosione del tempo.

La maggior parte di queste testimonianze artistiche, fu probabilmente realizzata dai cacciatori durante il paleolitico, quindi almeno 6000 anni fa. A seconda della propria predilezione è quindi possibile scegliere come indirizzare i propri interessi. Abbiamo pensato di proporvi di alloggiare presso il meraviglioso DORO NAWAS, struttura immersa nella natura che pare quasi un’oasi di calma e tranquillità, che oltre ad una splendida natura offre ai propri clienti un’interessante scelta di attività.

7° e 8 ° giorno : SWAKOPMUND – WALVIS BAY – SWAKOPMUND ( 100 km circa )

Per gli amanti delle otarie, una sosta simpatica è Cape Cross, che ne ospita una numerosa colonia che senza alcun pudore o timidezza amano farsi fotografare dai turisti prima di gettarsi nuovamente nel freddo oceano per continuare la battaglia per la sopravvivenza.

Si parte alla scoperta della costa e dell’impetuoso oceano per raggiungere la cittadina di Walvis Bay. Afrozapping ha deciso di offrire un soggiorno diverso e molto raffinato, scegliendo appunto questa deliziosa cittadina e non la vicina e turistica Swakopmund che dista soltanto 30 km. Il lodge scelto per questo romantico soggiorno si affaccia proprio sulla laguna popolata da eleganti fenicotteri rosa, e si chiama EGUMBO LODGE. Struttura raffinata e curata in ogni piccolo dettaglio, che ospita al suo interno, per gli ospito del lodge, un ristorante eccezionale che vi consigliamo di provare.

L’escursione che consigliamo vivamente è quella a Sandwich Harbour che si trova a 56 km a sud di Walvis Bay. Suggeriamo di prenotarla con un certo anticipo, perché non è consigliabile recarsi in queste zone da soli e con il proprio veicolo. Si tratta di un luogo completamente selvaggio, dove le dune di sabbia alte ed imponenti si tuffano dentro l’oceano, e con dei veicoli 4x4 ed accompagnati da guide esperte, si percorre un tratto di spiaggia dove ci si sente quasi magicamente intrappolati tra i due elementi: la sabbia e l’oceano. Un’escursione ricca di emozioni che regala panorami mozzafiato (l’escursione dura un’intera giornata).

 

9° giorno : SESRIEM – SOSSUSVLEI – DEAD VLEI - SESRIEM CANYON ( 370 km circa )

Lasciando Swakopmund potrebbe essere interessante percorrere quella che si chiama “Welwitschia Drive”: si tratta della strada che si dirama dal percorso del Bosua Pass, a est di Swakopmund, e la zona si trova all’interno del Namib Naukluft Park. Qui è possibile osservare e fotografare una pianta davvero insolita ed endemica della Namibia, la Welwitschia Mirabilis pianta longeva dall’aspetto affascinante che vanta una media di 1000 anni di vita. Spettacolare anche il panorama che si può ammirare nella Moon Landscape , la Valle della Luna. Per percorrere ed effettuare questa “escursione”, è importante richiedere un’autorizzazione presso gli uffici dell’NWR ( nel centro di Swakopmund ).

Il Namib Desert è una delle mete più ambite della Namibia… il mitico Deserto del Namib, il più antico del mondo, si estende per 400 Km da sud a nord (e circa 120 Km da est a ovest) ed è un vero e proprio “deserto vivente”: dal vicino Oceano Atlantico arriva la fredda corrente antartica del Benguela che, portando una buona dose di umidità, soprattutto notturna, influisce su un ricchissimo sistema di vita inimmaginabile per un deserto all’apparenza così arido.

Orici, springbok e struzzi sono gli animali più visibili e poi ancora insetti ed uccelli, più raramente rettili; tutti hanno sviluppato mirabili tecniche di sopravvivenza adattando il proprio metabolismo ad un ambiente così estremo. Da Sesriem si percorrono circa 60 km per entrare nel parco (che ha degli orari di apertura al pubblico da rispettare) per raggiungere le mitiche dune di Sossusvlei: ci si addentra in uno scenario fantastico di dune via via sempre più alte dove i morbidi e caldi colori della sabbia contrastano con un cielo quasi sempre limpidissimo; oltre alle dune incredibile lo spettacolo offerto dalla natura, dove una depressione forma un “miracoloso” lago (la presenza dell’acqua dipende dalla quantità di precipitazioni durante la stagione delle piogge) contornato da alte dune.

Da qui si raggiunge la Deadvlei, “il lago morto”, sovrastato dal “Big Papa” (la più alta duna della zona) che ci offre un emozionante scenario di quello che è, forse, il più bello e fotografato panorama della Namibia. Pernottamenti previsti presso LE MIRAGE, una particolare e suggestiva costruzione, perfettamente integrata con l’ambiente circostante che offre grande comfort ed eleganza, oltre ad un centro benessere, “Mistyque Spa’s”, dove personale altamente qualificato vi suggerirà il trattamento più idoneo alla vostra persona, dandovi la possibilità di scelta tra una serie di massaggi che daranno sollievo al vostro corpo ed al vostro spirito.

10° e 11° giorno : NAMIB RAND NATURE RESERVE ( 100 Km circa )

Si parla realmente di un sogno ad occhi aperti, che si vorrebbe non finisse mai ! Questa proprietà privata estremamente estesa, si trova nel cuore del Namib Rand Nature Reserve ed offre circa 200.000 ettari di dune rosse, praterie selvagge e formazioni rocciose spettacolari. Nel momento in cui si varca il cancello di accesso, si apre davanti uno spettacolo inverosimile e meraviglioso.

Pernottamento e soggiorno al WOLWEDANS DUNE LODGE situato ai piedi di grandiose dune di sabbia rossa. Si tratta di un campo tendato fisso con tende spaziose e finemente arredate che si ergono sulle piattaforme in legno. Ampia è la veranda con una zona relax, che si affaccia su una sterminata distesa di dune dalla quale ci si può rilassare ascoltando i rumori della natura, o osservando un incredibile cielo stellato. Esiste un “lapa”, che racchiude le aree comuni agli ospiti, ovvero un delizioso e raffinato lounge, ed una sala da pranzo dove vengono serviti i pasti principali, arredata con estrema attenzione ai dettagli, regala un’atmosfera calda e rilassante.

Non ci dilunghiamo in lunghe descrizioni che non renderebbero in nessun modo giustizia ad un posto incantevole.

12° giorno: WINDHOEK (420 Km circa)

Arrivo nella capitale e tempo a disposizione per la visita della città e per l’ultimo shopping prima della partenza.

13° giorno: WINDHOEK: volo di rientro

Il viaggio è giunto al suo epilogo. E’ importante considerare i tempi per il rientro, e tenere presente che è consigliabile essere all’aeroporto circa 3 ore prima del volo di rientro, oltre al tempo necessario per il disbrigo delle formalità per il rilascio della vettura.